Aristotele e Zuckerberg – Giacomo Papi

Divertente pensare come possiamo prendere Aristotele e portarlo al centro di una discussione a proposito di social media.

Scoprire, riscoprire, come il pensiero sia una sorta di continuum atemporale, o meglio omnitemporale, e che ci siano dei pensieri antichi ma perfettamente calzanti ha per me qualcosa di confortante e sempre rivoluzionario.

Fonte: Aristotele e Zuckerberg – Giacomo Papi